Più sono grandi e più fanno rumore quando cadono (a Daverio)

DAVERIO RAMS 72 – 61 PHOENIX IRIA VOGHERA

Prove da ammazzagrandi per i Rams di Tallone, che dopo aver fermato la corsa di Boffalora sgambettano anche la lanciatissima Voghera, confermando il buon momento attuale al netto delle assenze.

Come in tutte le favole, bisogna iniziare con qualche difficoltà, e allora i Rams rispettano il copione, inciampano in qualche errore di troppo e i bravi pavesi ne approfittano con una prova di allungo.
Però, sul copione, c’è anche segnata una svolta, e l’attore principale è uno strepitoso Jack Croci che entra in campo e, come niente fosse, riapre la partita con 11 punti consecutivi a cavallo tra i due quarti iniziali, con il punto esclamativo di un gioco da 4 punti.

Dopo un secondo periodo guardingo, in cui le due formazioni procedono di pari passo, nel terzo Caccione e Money in the Tenca, oltre al migliore e più intenso Putnam della stagione (15 rimbalzi e 7 falli subiti), guidano i compagni al break che si rivelerà decisivo.

Siccome chi bello vuole apparire un poco deve soffrire, i narcisisti daveriesi scivolano sulla zona della Phoenix e ritornano a un poco rassicurante +5: a questo punto, le redini vanno nelle sapienti mani di un capitan Busana a rischio antidoping (10 punti in 17 minuti con più oki che emoglobina nel sangue), che gestisce compagni, avversari e cronometro ristabilendo le distanze e mettendo la parola fine alla partita.

“Sono felice per la continuità dimostrata dal gruppo, che ha legittimato la vittoria con Boffalora con un encore contro Voghera. Essere tornati a casa è un bel sollievo, ma è ancora più bello sapere di poter contare su tutti e 14 i giocatori del roster, potendo sopperire a qualsiasi assenza” dichiara un felice Tommy Tallone.

DAVERIO RAMS: Croci 16, Lesica 2, Busana 10, Pol, 2, Tenconi 13, Pellegrini 8, Caccianiga S. 11, Caccianiga D. 6, Putnam 6, Piatti

Add a Comment