La Robur non perdona

ROBUR VARESE 58 – 56 DAVERIO RAMS

Non basta il miglior periodo della stagione a portare a casa una partita.

Come raccontato settimana scorsa, partono forte, anzi fortissimo i Rams, che silenziano l’attacco roburino, che viene tenuto in piedi dal solo, solito Dall’Omo (8 punti per lui nella frazione, su 11 di squadra) portando a casa un importante vantaggio di otto punti alla prima sirena.

Però, se con Legnano abbiamo parlato di un vuoto generale nel secondo quarto, questa volta è una progressiva erosione a portare via certezze ai daveriesi, che si trovano in difficoltà al salire della asfissiante pressione applicata già all’andata dai roburini, che pian piano si riportano alla pari per giocarsela tutta nell’ultimo periodo, anzi, fino all’ultimo secondo, con il canestro di capitan Terlizzi a 8 secondi dalla fine che vede la risposta di Raschi spegnersi sul ferro a fil di sirena.

Alla fine, a rivelarsi decisiva sarà la freddezza nel tiro a cronometro fermo, perchè se è vero che entrambe le squadre hanno sbagliato 10 liberi, è altrettanto vero che la percentuale è ben diversa (Una briciola sopra il 50% per i gialloblu, quasi il 70% per i padroni di casa).

Una sconfitta da mangiarsi le mani, anche e sopratutto per aver sprecato l’ottimo primo periodo, proprio a quella linea della carità che dovrebbe essere un’alleata.

DAVERIO RAMS: Arduini, Casiani 3, Patrizi 1, Gennaro 2, Paruolo, Capriotti 12, Brugnoni 5, Marino, Raimondi 6, Buzzoni 4, Raschi 23, Valvano

ROBUR VARESE: Monti NE, Terlizzi 11, Vischia 5, Maresca, Ansan, Dall’Omo 24, Moroni, Dagri, Grassia 8, Realini 7, Bottinelli 3, Demiliani NE

Add a Comment